CLICCA QUI PER I TESTI, LE TRADUZIONI E NOTIZIE

 

Cantando lo stupore, l'Avvenimento e la Misericordia 

"Posso dire di aver ritratto pi frutto dal teatro, sentendo un'opera sacra,
e non ascoltando i migliori panegiristi".
Alfonso Maria de' Liguori

Il Mistero nasce "in mezzo alla strada", si sporca i piedi e le mani, e parla la lingua e le cadenze del popolo, di qualsiasi popolo che Lo riconosca. A Napoli, alla dinamica di Dio che si fa incontro alluomo si aggiunge la confidenza che a loro volta i Napoletani si prendono nei confronti dellEterno, dei santi e della Madonna.

In questo sentire il Mistero vicino e quotidiano, tanto ha inciso l'opera di Sant'Alfonso, che nel 1700 evangelizz i lazzaroni napoletani parlando e cantando nella loro lingua "volgare", purificando cos la dottrina dal "latinorum" e dagli orpelli di pomposi predicatori staccati dal popolo.

In questo disco, che gioca proprio nel pastiche del titolo -"Miserere 'e me"- il passaggio dal latino al napoletano, ci sono, non a caso, tre canzoni di Sant'Alfonso, in cui emergono caratteristiche ed espressioni profondamente semplici ed umane, drammatiche e tenere, che descrivono il senso dell'amore e del dolore che Ges e Sua madre hanno insegnato agli uomini.

Canzoni-preghiera dal lessico quotidiano sembrano riecheggiare, come in "Maronna mia", la voce sfibrata delle mamme dei bassi napoletani, che trascorrono un'esistenza tra grida ed affanni. Sembra essere una di queste mamme la Madonna, che, in Maria (sopra la carpinese), piange dietro al figlio che sta per essere messo in croce, "ricordando tutti i sorrisi e i pianti" del suo bambino.

Nella nostra versione napoletana de La spada di San Giuseppe (il testo originale siciliano), il mite Santo appare come un "guappo" offeso nell'onore da sua moglie incinta, pronto ad ucciderla con una spada pesante e affilata".

E non manca, a proposito di confidenza col Mistero, l'ironia di Pulcinella che va, al seguito dei re Magi, alla ricerca del re dei re per trarne profitto, ed invece si ritrova senza neanche il suo asino, lasciato in dono a quel povero Ddio" messo peggio di lui.

 L'esigenza di sentir familiare e quindi di tirare dentro il suono della nostra lingua il Mistero universale ci che ci ha indotti a tradurre testi dal dialetto della Corsica, della Sicilia, dal volgare di Dante e dallo stesso napoletano di 300 anni fa. Ed i preziosi arrangiamenti del maestro Maurizio Pica (novit assoluta rispetto ai precedenti nostri lavori) rendono ancora pi sensibilmente contemporanee le domande e le vicende narrate.

Se otto anni fa, con la pubblicazione di "Napule, popolo e Dio", avevamo messo insieme i brani pi famosi della tradizione religiosa partenopea, ora, oltre alle canzoni inedite di nostra composizione, abbiamo voluto valorizzare quelle meno note e poco interpretate. Tra queste, "Che miracolo stammatina", testo dellamico poeta Salvatore Palomba, che suggerisce cosa sia la religiosit: unapertura di sguardo, "occhi meravigliati che vedono il mondo come per la prima volta e che in questa letizia scoprono un abbraccio che pu far gridare "Miserere 'e me" al Mistero fatto carne.

 

HOME

This really is apparent within it's brand new rolex replica uk view. Such as it's debut item, the actual U10 Lumiere, the actual U20 Ultra-Skeleton Tourbillon view is actually completely replica watches within it's delivery, and it is degree of skeletonization needs to be observed close up to become valued. It is important to say concerning the Waterman is actually which when compared with the majority of hublot replica the situation is really a little bit scaled-down. The majority of rolex replica I have observed tend to be 44mm broad, as the Magrette Moana Off-shore Waterman is actually 42mm broad however proceeds replica watches sale of the actual Panerai-inspired heavy cushioning situation. The actual 42mm-wide dimension starts in the style to numerous individuals who believe the 44mm-wide view is simply too big for his or her arms.